Il Gigli ai tempi del Coronavirus: lezioni online e didattica a distanza

Il Gigli ai tempi del Coronavirus: lezioni online e didattica a distanza

Il Gigli non si ferma. Non è il nome di un hashtag lanciato sui social ma è  semplicemente il messaggio implicito che la nostra dirigente scolastica ha voluto trasmettere ad alunni e insegnanti con comunicati ufficiali sul registro elettronico. È già cominciata, infatti, per diverse classi la cosiddetta “didattica a distanza”, una nuova modalità di insegnamento e apprendimento che ammette la non compresenza di docenti e discenti nello stesso luogo. Lezioni online, videoconferenze e classi virtuali sono solo alcune delle strategie messe in atto da tutta la comunità educante per evitare che questo periodo di sospensione prolungata delle lezioni possa incidere negativamente sul percorso di studi degli alunni. A tal fine è intervenuta anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che ha messo a disposizione delle istituzioni scolastiche una pagina dedicata alla formazione a distanza sul sito del Miur.  Tra le piattaforme indicate dal Ministero vi sono Google Suite for Education e Office 365 Education A1 di Microsoft, mentre per quanto riguarda i materiali multimediali sono consigliati Rai per la didattica e Treccani scuola. 

Quello dell’insegnamento via web sta diventando, dunque, uno strumento obbligato per tutte le scuole, l’unico mezzo valido per garantire una certa continuità didattica in una situazione complessa come quella attuale. In realtà, le misure che si stanno adottando oggi  rappresentano anche un passo da gigante nel processo di evoluzione della scuola italiana. Ciò che non si è raggiunto negli ultimi vent’anni, si sta realizzando ovunque nella Penisola in poco meno di un mese. Quello che sembrava un’utopia, come le lezioni in videochiamata da casa o le interrogazioni di fronte ad uno schermo, non è altro che il nuovo modo di fare scuola che gli studenti del Gigli e dell’Italia intera stanno sperimentando in questi giorni. È proprio vero allora il proverbio latino “Mater artium necessitas”, il quale ci insegna che si cresce davvero anche nei momenti difficili.

E’ quindi importante conoscere quali sono gli strumenti utili per svolgere al meglio le lezioni da casa. 

Skype

E’ una delle piattaforme più utilizzate e permette di effettuare videochiamate con un numero massimo di utenti pari a 50.
E’ necessario registrarsi al sito https://signup.live.com/signup e successivamente scaricare l’applicazione che è disponibile sia per PC che per cellulare. Dopo aver installato il programma, Skype chiederà i dati inseriti in precedenza.
Creando una riunione si potrà condividere con gli studenti un link che permetterà la creazione di un gruppo.Cliccando il tasto “Avvia chiamata” è possibile chiamare tutti gli utenti presenti nel gruppo.

Google Hangout

E’ un’ottima alternativa a Skype, e per utilizzarlo è necessario possedere un account Google. Recandosi sul sito https://hangouts.google.com/ si potranno aggiungere i contatti inserendo l’email degli studenti. Dopo aver creato una conversazione con l’intera classe sarà possibile creare un gruppo e, successivamente, eseguire un’unica chiamata.

Il numero massimo di utenti che possono partecipare ad una videochiamata è di 25.

Discord

Discord è un ottimo servizio che permette di creare dei Server che possono contenere canali testuali e canali vocali. Nei canali testuali si possono condividere immagini, link e ovviamente inviare messaggi. Collegandosi ad un canale vocale, invece, è possibile comunicare con tutti gli utenti presenti.

Discord non inserisce un numero massimo di utenti ma non supporta la condivisione video. D’altra parte, è possibile condividere lo schermo del proprio PC mostrando eventuali presentazioni PowerPoint o documenti Word.
Il servizio può essere utilizzato sia per PC che per Cellulare e, per il primo, non è necessario scaricare l’applicazione, ma è sufficiente collegarsi al sito  https://discordapp.com/ e cliccare su “Apri Discord”.
Dopo aver inserito i dati, è necessario creare un nuovo server, cliccando il tasto + sulla sinistra e selezionando “Crea Server” verrà allestito uno spazio accessibile a tutti.
Gli studenti, per poter accedere al servizio, dovranno eseguire i medesimi passaggi, ma invece di selezionare “Crea Server” dovranno selezionare “Unisciti ad un server” e successivamente inserire il link d’invito.

Per poter creare un link d’invito è necessario cliccare il pulsante “Creare invito” accanto al canale testuale “Generale” (Il link scade dopo un giorno).

Zoom

Zoom è un programma molto simile a Skype.
Permette di effettuare videochiamate con un numero illimitato di utenti.
Dopo 45 minuti ogni chiamata viene interrotta ed è quindi necessario ricreare una nuova stanza per concludere la lezione.

Per utilizzare Zoom, è sufficiente recarsi su https://zoom.us/ e scaricare gratuitamente il programma, oppure, recandosi sull’app store o sul play store, è possibile scaricare l’applicazione per cellulare.

Cliccando il tasto “New Meeting” è possibile creare una stanza e, per far entrare gli studenti, è sufficiente cliccare il tasto info in alto a sinistra e, successivamente, inviare l’ID e la password del meeting agli studenti.

Francesco Martinelli, 5A
Alessandro Zanetti, 4A/D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.