Crea sito

Gli amici del prato del Gigli

Gli amici del prato del Gigli

L’ultimo di scuola è un giorno speciale, ricco di significati non solo simbolici: aiuta a interiorizzare il percorso di crescita che è stato compiuto, perché gli studenti prendono congedo non soltanto da compagni e insegnanti, ma anche da una parte di se stessi. Sottrarre a centinaia di migliaia tra bambini e ragazzi la possibilità di vivere in presenza quel giorno è una tra le molte conseguenze dell’epidemia di CODIV 19, non la più grave, certo, ma ugualmente sentita, se anche Antonio Polito, giornalista sempre attento alla situazione della scuola italiana, sul Corriere della sera del 25 maggio ha lanciato la sua proposta: “Salviamo l’ultimo giorno di scuola”, magari all’aperto, in un cortile o in un parco…

E questo vale per tutti, riguarda anche gli studenti ormai maggiorenni e quelli in situazione di handicap, che più di tutti gli altri hanno sofferto la situazione venutasi a creare e sono rimasti attaccati alla loro quotidianità solo grazie alle famiglie e alla buona volontà degli insegnanti di sostegno alle classi.

Proprio per questo desideriamo diffondere una favola nata dal desiderio di alcuni insegnanti del Gigli di salutare degnamente i loro ragazzi, regalando loro la possibilità di immergersi e riconoscersi in un racconto che parla di sogni, progetti, affetti sinceri. Si tratta infatti di una favola personalizzata, in cui cioè i personaggi, per le loro caratteristiche, rimandano ad alcuni studenti del Gigli; a favorire l’identificazione, essa è inoltre corredata da magnifiche illustrazioni realizzate da Albano Baldini.


Il testo è stato ideato e scritto dalla Prof.ssa Anna Maria Carracchia, si intitola “Gli amici del prato” perché il prato è il trionfo della diversità che diventa ricchezza, è il luogo dell’amicizia in cui c’è posto per tutti!
Dalla stretta collaborazione con i docenti dell’area inclusione (Prof. Angela Pelucchi, Romina Lando, Giuseppe Russo, Marco Cristofaro, Nicoletta Coronella, Camilla Roldi, Giuseppe Delfino, Francesca Castioni, Emanuela Di Naro, Elena Zani, Silvia Foresti), che hanno prestato con gioia la propria voce per la realizzazione di questo progetto, è nato invece il video che potete vedere qui sotto. Si tratta di un dono speciale, che davvero realizza la mission che il nostro Istituto si è dato.

Il video con il “prato dell’inclusione” del Gigli

https://www.facebook.com/istitutosuperiorelorenzogiglirovato/videos/1342344729283770

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.