Tra la pittura e le stelle

Tra la pittura e le stelle

Oltre a spezzare la routine della scuola tra verifiche e interrogazioni, la visita a Milano al Planetario e all’Accademia di Brera ha offerto agli alunni delle classi 4°A e 4°D l’opportunità di approfondire gli studi sull’arte pittorica trecentesca e rinascimentale e sull’osservazione astronomica dantesca. Un’occasione per scoprire quanta astronomia pervada le terzine dantesche, sfatare luoghi comuni e immergersi a pieno nella Divina Commedia.

Dopo l’osservazione delle stelle ai tempi di Dante, ci siamo recati alla pinacoteca di Brera, dove sono ospitati importanti affreschi e quadri di pittori medioevali e rinascimentali. Brera è molto più di un semplice museo; oltre alla Pinacoteca, ospita infatti altre 6 istituzioni: l’Accademia di Belle Arti, la Biblioteca nazionale Braidense, l’Osservatorio Astronomico, l’Orto Botanico, l’Archivio Storico Ricordi e l’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere. La visita guidata è iniziata con un interessante excursus storico sull’Europa medievale tra vassalli, dame, imperatori, papi, duelli e giochi di potere. Affascinanti sono le opere duecentesche commissionate dalla Chiesa e realizzate attraverso la tecnica del battigello, (battitura dell’oro). L’itinerario è continuato con la visione delle opere di Piero della Francesca, Giovanni Bellini e Raffaello Sanzio per poi concludersi con il famoso Bacio di Francesco Hayez.

https://it.wikipedia.org/wiki/Sposalizio_della_Vergine_(Raffaello)#/media/File:Raffaello_-_Spozalizio_-_Web_Gallery_of_Art.jpg

Lo  Sposalizio della Vergine venne realizzato da Raffaello Sanzio nel 1504 per la Chiesa di San Francesco a Città di Castello. Lo schema compositivo della tavola è ispirato alla Consegna delle chiavi di Perugino per la presenza di due gruppi di personaggi, l’introduzione del tempio a pianta centrale sullo sfondo e l’intelaiatura prospettica sottolineata dalla griglia della pavimentazione della piazza.

https://it.wikipedia.org/wiki/Consegna_delle_chiavi_(Perugino)#/media/File:Entrega_de_las_llaves_a_San_Pedro_(Perugino).jpg

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Pala_di_Brera#/media/File:Piero_della_Francesca_046.jpg

Commissionata da Guido da Montefeltro e realizzato da Piero della Francesca, la Sacra Conversazione mostra la Vergine in trono, adorante il Bambino addormentato sulle sue ginocchia, circondato da sei santi e da quattro angeli preziosamente abbigliati. Di particolare interesse sono le decorazioni del tappeto, del velo e delle vesti della Vergine e dell’armatura di Federico da Montefeltro, rappresentato di profilo in un atteggiamento di umiltà. Gli elementi architettonici dietro i personaggi sono estremamente elaborati, con lastre di granito colorate e motivi a caratteri vegetali ripresi dall’arte classica.

 

 

Nel Cristo alla colonna, dipinto nel 1490 per l’abbazia di Chiaravalle, Donato Bramante ha voluto raffigurare il Cristo in un interno classicheggiante, rivelato da pilastri di pietra grigia decorata con motivi vegetali dorati. Le ombre aiutano la modellazione anatomica, che rivela un corpo perfetto e classico nelle proporzioni, mentre la barba, i ricchi riflessi luminosi e gli occhi chiari richiamano l’attenzione sul volto di un uomo sofferente.

 

 

 

Chiudiamo questo nostro breve excursus con il ritratto… di una nostra vecchia conoscenza. In questo dipinto realizzato da Francesco Hayez nel 1841, Alessandro Manzoni è seduto e rivolto verso sinistra, con le gambe accavallate, in atteggiamento sereno, pensoso, quasi assente. Era volontà del pittore conferire all’autore de I promessi sposi l’aspetto di un uomo che pur inseguendo i propri pensieri rimane sostanzialmente pacato e rilassato.

Andrea  Cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.