Il progetto LiterArtes unisce studenti italiani e portoghesi

Il progetto LiterArtes unisce studenti italiani e portoghesi

Durante quest’anno scolastico la nostra classe 3^C LSU, con un gruppo di studentesse della 5^E LSU, ha svolto un progetto di scambio culturale con alcuni studenti e studentesse portoghesi attraverso la piattaforma eTwinning. Si intitola LiterArtes, poiché si è deciso di analizzare l’opera di autori del Modernismo europeo, scrittori, pittori e scultori italiani e portoghesi.
Attraverso questo progetto abbiamo utilizzato la lingua inglese come veicolo per la comunicazione e ci siamo preparate a presentare ai nostri colleghi portoghesi, attraverso l’utilizzo di strumenti digitali, un autore a scelta della nostra letteratura, per esempio D’Annunzio, Pirandello e Ungaretti, e dell’area pittorica scultorea. L’esperienza è stata reciproca poiché anche i nostri partner portoghesi ci hanno illustrato, utilizzando web tools 2.0, i loro autori maggiormente conosciuti, tra i quali Pessoa.
Inizialmente dovevamo comunicare e condividere i nostri lavori, immagini e video attraverso il Twinspace, spazio dedicato alla condivisione dei materiali e allo scambio di informazioni nel forum e nella bacheca, poi ci siamo suddivisi in diversi gruppi misti, ognuno dei quali era composto da membri italiani e portoghesi. Abbiamo stabilito un calendario per gli incontri virtuali e per organizzarci meglio abbiamo sfruttato whatsApp, strumento versatile e immediato per scambiare messaggi e comunicare eventuali variazioni di programma. Ogni gruppo, infatti, doveva realizzare una videochiamata della durata media di 40/45 minuti, nella quale presentare il risultato del proprio lavoro in lingua inglese (qui potete vedere il nostro lavoro su Boccioni).

Abbiamo avuto modo anche di confrontarci con la situazione pandemica in Portogallo e abbiamo osservato quanto fosse diversa la loro organizzazione. Questo ha prodotto dei ritardi negli incontri e delle difficoltà organizzative che comunque abbiamo risolto e superato: tutto avrebbe infatti dovuto concludersi entro marzo, ma anche se la pandemia ha rallentato l’impianto generale del progetto, esso è terminato in aprile.
Martina, 5^E LSU, descrive così la sua esperienza: “Per noi di 5E è stato importante metterci in gioco e provare a presentare direttamente in inglese quanto stiamo studiando in italiano. Abbiamo scoperto collegamenti con la letteratura portoghese che non conoscevamo e abbiamo rinforzato la nostra capacità di trovare legami tra autori diversi della letteratura e dell’arte europea e il contesto storico. Avremmo voluto fare di più ma non è stato possibile”. Elena di 3^C LSU aggiunge: “Per noi è stata la prima esperienza con etwinning e ci siamo impegnate in una bella sfida. Per noi di terza l’epoca modernista è ancora lontana, ma libri e strumenti digitali alla mano non ci siamo arrese. È stato bello utilizzare la lingua inglese per comunicare e vedere quanto letteratura e arte diventino patrimonio culturale comune nel momento in cui vengono condivisi”.
Anche questa volta la pandemia non ha vinto e il nostro entusiasmo e la nostra voglia di conoscere ci hanno portate a esplorare mondi nuovi.

3^C LSU e 5^E LSU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.