Crea sito

Agorà Gigli

Agorà Gigli

Il giornalista Giuseppe Severgnini disse che “la piazza è ecumenica: ha qualcosa per tutti. Vecchi e giovani, uomini e donne, ricchi e poveri, italiani e stranieri”. Anche la Scuola è così, aperta e inclusiva, tuttavia, al di fuori dell’aula, manca spesso un luogo reale, accessibile davvero a tutti per confrontare e confrontarsi.

È dunque sulla base di queste premesse che ha preso forma, nel contesto scolastico del nostro istituto, il progetto Agorà Gigli. Quest’ultimo, nato da un’idea della prof.ssa Marialuisa Provezza e del prof. Mattia Lancini, con il supporto dei docenti Lazzaroni Alberto, sostituito poi da Adamo Pierluigi, Bettini Emanuela e De Girolamo Silvio e degli alunni delle classi IV C e IV E del Liceo delle Scienze Umane, si propone come libero spazio di dialogo, diffusione di idee e scambio culturale. Mediante la creazione di dibattiti tra professori e studenti, avvalorati dall’intervento di figure esperte delle tematiche trattate, Agorà Gigli offre la possibilità di riflettere su argomenti importanti e attuali e dà modo a chiunque sia interessato di accedere ad una piazza virtuale democratica, attiva, formativa.

Il primo incontro promosso dal progetto, che si è svolto sulla piattaforma Meet nel giorno venerdì 27 novembre, ha esplorato il tema delle disuguaglianze di genere e ha visto come ospite d’onore Roberta Morelli, assessora del Comune di Brescia con delega alle politiche giovanili e alle pari opportunità.

Varie sono state le riflessioni e le sollecitazioni emerse dalle parole della dott.ssa Morelli, degli studenti e di tutti coloro che sono intervenuti al dibattito condotto dal prof. Lancini, tra cui il Dirigente Scolastico del Gigli Davide Uboldi e l’assessora alla cultura, sport e tempo libero del Comune di Rovato Valentina Bergo.

Il messaggio conclusivo è che, con la consapevolezza che i risultati raggiunti in alcuni campi in ottica della parità di genere siano buoni ma non sufficienti a dirsi soddisfatti, bisogna continuare a combattere le disuguaglianze in ogni ambito, a partire dalla scuola, ambiente a noi vicino, per proseguire con la famiglia, i luoghi di lavoro e giungere a tutti i contesti della vita sociale e quotidiana.

L’incontro è stato anche l’occasione per ricordare un’iniziativa intrapresa da Soroptimist International, associazione mondiale di donne, attiva per la promozione dei diritti umani e del potenziale delle donne, per l’accettazione della diversità e la creazione di opportunità volte a trasformare la vita delle donne attraverso la cooperazione internazionale.

Negli scorsi giorni, infatti, la sede Soroptimist di Iseo ha donato alla scuola una panchina interamente verniciata di rosso, come simbolo di lotta alla violenza contro le donne.

La panchina, che ha subito trovato una collocazione nel cortile scolastico, è un monito per ricordare il contrasto alla differenza di genere, che è al centro della riflessione e dell’azione di Soroptimist e allo stesso modo del gruppo Agorà Gigli, i cui membri da tempo approfondiscono il tema della disparità di genere partecipando a progetti europei e organizzando eventi di cui quello datato 26 novembre è un esempio.

Camoni Giulio, 5E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.