A un passo da te…

A un passo da te…

Mercoledì 20 marzo Irama, artista ormai noto in Italia e in Europa, si è esibito al Gran Teatro Morato di Brescia in una tappa del suo tour “Giovani per sempre”.

Quel giorno, dopo scuola, mi sono recata sul posto e ho atteso con ansia che aprissero i cancelli, verso le ore 18: chi come me aveva il biglietto special ha potuto assistere alle ultime prove delle canzoni e interagire con lui a pochi passi di distanza.
Alle 21 è iniziato il concerto, Irama è salito sul palco sulle note di “Tornerai da me”, uno dei suoi singoli di successo che ha cantato per la prima volta ai Coca Cola Summer Festival nel 2016. Il brano parla di una storia conclusa che lui vorrebbe riprendere: anche se lui non è perfetto, il mondo è una ruota che gira e prima o poi lei lo perdonerà.
Verso metà concerto si è esibito col brano che ha portato a Sanremo lo scorso febbraio classificandosi settimo, “La ragazza con il cuore di latta”, che riguarda la violenza sulle donne. La protagonista, Linda, è un’adolescente che porta un pacemaker da quando era piccola e che ogni giorno, dopo il ritorno da scuola, deve sopportare un padre violento. In un’intervista televisiva Irama ha raccontato che la canzone è tratta da una storia vera, infatti Linda è una ragazza che ha conosciuto qualche tempo fa. Il brano, uscito poco più di un mese fa, ha già più di 20 milioni di visualizzazioni su YouTube. Poco prima della fine del concerto si è esibito con “Nera”, hit della scorsa estate, una delle poche canzoni allegre che abbia scritto: vi si racconta una serata estiva trascorsa a parlare, bere e ballare, senza pensare a quello che accadrà il giorno dopo. In un’intervista Irama aveva spiegato che scrivere una canzone leggera e non banale è molto difficile, per questo è molto soddisfatto del risultato ottenuto.


Andrò sicuramente ad altri suoi concerti, è un cantautore di talento che merita una lunga carriera nel mondo della musica: sta già scrivendo il suo quarto album.

Veronica Papapietro

Irama durante il soundcheck di “Mi drogherò”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.